Mondomutui.it

MUTUI PER CAPANNONI

Un'attività imprenditoriale o un'azienda può avere la necessità di ricorrere a mutui per capannoni o per immobili non ad uso abitativo per potersi ampliare o per avviare la propria attività lavorativa su spazi ampi e comodi in tutta sicurezza. Naturalmente, richiedere mutui per capannoni e simili comporterà condizioni economiche leggermente diverse dalle procedure tradizionali utilizzate per seguire i mutui abitativi, che cercheremo di spiegare.

- Quali possono essere le caratteristiche dei mutui per capannoni?

Quando un imprenditore richiede ad un istituto bancario un mutuo per la propria attività, per favorirne lo sviluppo, probabilmente si vedrà proporre prodotti mirati allo scopo, che faranno parte dei mutui per immobili non ad uso abitativo. A differenza dei finanziamenti per l'acquisto di una casa in cui vivere, che vanno ad erogare al massimo l'80% o il 100% del valore dell'immobile in oggetto, un mutuo per capannone verrà finanziato al massimo per il 50% del valore di acquisto o di perizia del capannone stesso, con un capitale rimborsabile in massimo 20 anni d'ammortamento. Oltre agli imprenditori, anche molti privati sono interessati a comperare immobili di tal genere, che successivamente verranno destinati all’utilizzo diretto o per l’impresa di famiglia piuttosto che per l’affitto a terzi, garantendo un rendimento sull’investimento effettuato che solitamente è superiore a quello della locazione di immobili abitativi. Le condizioni applicate dagli istituti di credito sui mutui per capannoni sono piuttosto simili a quelle dei mutui per abitazioni, ma differiscono in alcuni dei requisiti richiesti all'apertura della pratica, infatti il richiedente, oltre alle classiche documentazioni, dovrà fornire indicazioni per chiarire all'istituto come regolarsi con l'LTV, il Loan to Value, vale a dire il valore espresso in percentuale che rappresenta il rapporto tra la somma chiesta con il mutuo ed il valore dell'immobile posto a garanzia di quest'ultimo.

- Quali possono essere le alternative ai mutui per capannoni concessi da banche o finanziarie?

L'alternativa ai mutui per capannoni proposti dagli istituti di credito può essere la soluzione data dai mutui derivanti dai fondi erogati per l'imprenditoria da parte degli enti pubblici. Partecipando ai bandi indetti periodicamente per i mutui a fondo perduto per l'imprenditoria, può diventare possibile ottenere un'erogazione di capitale da poter utilizzare per l'avvio o lo sviluppo, anche con l'acquisto di macchinari o, appunto, con l'ampliamento dei locali mediante strutture e capannoni, di un'attività imprenditoriale commerciale, come ad esempio può accadere per l'agevolazione dell'imprenditoria giovanile, oppure per le imprese femminili. I mutui per i capannoni possono rientrare nei mutui a fondo perduto per le aziende, infatti, diventa possibile accedere ad ottime agevolazioni a livello di tassi d'interesse e nel rimborso, infatti buona parte del capitale ricevuto, talvolta anche il 50%, non dovrà essere restituito, oppure sarà applicato un tasso d'interesse bassissimo, anche all'1%.

Mutui per capannoni aggiornato il 05 Aprile 2017


Vai alla home:Mondo Mutui

mutuo per capannoni