Mondomutui.it

MUTUI PER LOCALI COMMERCIALI

I mutui per locali commerciali sono generalmente richiesti da chi acquista un immobile non per uso abitativo, bensì per aprire un'attività o un negozio.

- Chi richiede normalmente i mutui per locali commerciali?

In genere i mutui per locali commerciali possono essere richiesti da soggetti privati e imprenditori, tuttavia anche le società possono acquistare un immobile per uso commerciale pur non ritenendo di utilizzarlo come negozio. Può infatti capitare che ci siano delle società interessate all'accensione di mutui per locali commerciali con l'intento di affittare successivamente il locale a terze persone, che utilizzeranno a loro volta l'immobile stesso per condurre un'attività.

- Quali condizioni sono riservate ai mutui per locali commerciali?

I mutui per locali commerciali sono differenziati dai tradizionali mutui immobiliari, in particolare da quelli per l'acquisto della prima casa, che più degli altri godono di vantaggi e agevolazioni anche a livello fiscale. È importante sapere che i mutui per locali commerciali sono caratterizzati da una durata d'ammortamento minore rispetto a quelli per le abitazioni, infatti, se un mutuo per locale abitativo può arrivare a 40 anni ed oltre, il mutuo per locale commerciale è probabile che non potrà superare i 20 anni, con un importo massimo finanziabile di oltre il 75% del valore di perizia dell'immobile stesso, mentre sovente per le abitazioni è prevista un'erogazione fino all'80% e addirittura oltre.

- Quali procedure burocratiche caratterizzano i mutui per locali commerciali?

I mutui per locali commerciali differiscono dai mutui tradizionali per abitazioni anche per le condizioni dei requisiti e delle documentazioni richieste all'apertura della pratica, in quanto, oltre alle normali trafile burocratiche, l'interessato dovrà fornire indicazioni alla banca o finanziaria che si occuperà delle pratiche su come regolarsi con l'LTV, il Loan to Value, ovvero il valore espresso in percentuale che rappresenta il rapporto tra la somma chiesta con il mutuo ed il valore dell'immobile posto a garanzia di quest'ultimo.

- Come funziona la surroga per i mutui per locali commerciali?

Bisogna anche sapere che, in relazione all'eventualità di una surroga del mutuo per attività commerciali, la surroga in oggetto, pur non avendo limitazioni oggettive, dal punto di vista soggettivo, invece, lascia prevalere l'interpretazione per cui, essendo l'art. 8 della legge 40/2007 contenuto nel capo primo della legge stessa ed essendo quest'ultimo intitolato "misure urgenti per i consumatori", la portabilità prevista dalla legge 40 possa essere attuata solo da debitori consumatori, cioè da persone fisiche che agiscono per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta.

- Quali alternative all'istituto di credito possono esserci per ottenere mutui per locali commerciali?

Oltre alla classica richiesta presso gli istituti di credito, va valutata l'opportunità di ricorrere ai fondi concessi dagli Enti Pubblici per favorire l'imprenditoria, specialmente se giovanile o femminile. Partecipando ai bandi indetti periodicamente per i mutui a fondo perduto per l'imprenditoria, può diventare possibile ottenere un'erogazione di capitale da poter utilizzare per l'avvio di una nuova attività commerciale. Nei mutui per locali commerciali a fondo perduto, infatti, sono molto interessanti le ottime agevolazioni a livello di tassi d'interesse e nel rimborso, infatti buona parte del capitale ricevuto manterrà un tasso attorno all'1% e talvolta anche più del 50% del capitale non dovrà essere restituito.

Mutui per locali commerciali aggiornato il 05 Aprile 2017


Vai alla home:Mondo Mutui

mutui per locali commerciali